Domanda per l'accesso alle prestazioni e servizi sociali

Oggetto

Si tratta di interventi economici rivolti a cittadini singoli e/o nuclei familiari che si trovano in situazioni di difficolta’ tali da non garantire il soddisfacimento dei bisogni primari. Le varie tipologie di aiuto che possono essere richieste sono:

  • contributi ordinari 
  • contributi straordinari
  • contributi urgenti
  • buoni spesa alimentari da spendere in esercizi commerciali convenzionati 
  • buoni spesa sanitari da utilizzare nelle farmacie della Valdera o per i servizi erogati dall'Azienda USL5
  • bonus acqua
  • voucher INPS per prestazioni lavorative occasionali
Requisiti richiesti Residenza nel territorio del Comune di Casciana Terme Lari o se senza fissa dimora soggiornanti temporaneamente nel comune di Casciana Terme Lari.
  • I contributi ordinari, straordinari, i voucher INPS possono essere erogati ai nuclei familiari il cui ISEE non sia superiore a € 11.000,00.
  • I buoni spesa alimentari e sanitari possono essere rilasciati a favore di famiglie con un ISEE inferiore a € 7.540,00.
  • La soglia d'accesso non rappresenta un requisito di automatico diritto al contributo il quale è comunque sempre subordinato al progetto di aiuto personalizzato elaborato dal servizio sociale in accordo con il cittadino interessato.
  • Possono essere attivati interventi in deroga alla condizione economica in casi eccezionali motivati analiticamente.

 

Modalità di richiesta Per accedere alle prestazioni sociali è necessario presentarsi presso i servizi sociali distrettuali o presso l'ufficio Servizi Sociali del comune oppure è possibile presentare la domanda: - all'ufficio protocollo del comune: - inviata  tramite fax con copia del documento di riconoscimento

L'assistente sociale valuterà la richiesta sia attraverso l'esame della documentazione presentata sia attraverso un colloquio individuale

SPORTELLI E ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO  a cui rivolgersi per presentare la domanda

Documentazione

modulo di domanda con autocertificazione I.S.E.E;
elenco dei familiari tenuti agli alimenti ai sensi dell'art.433 del codice civile
documentazione eventualmente necessaria a sostegno della richiesta


Modalità di erogazione

Discussione del caso entro 30 gg. dalla presentazione domanda in commissione tecnica, previo colloquio con l’assistente sociale territoriale 
Comunicazione dell'esito della richiesta entro 30 giorni dalla commissione tecnica
Liquidazione dei contributi entro 30 giorni dall’esito positivo in commissione tecnica

Termine di conclusione del procedimento I tempi di conclusione del procedimento sono di 30 giorni prorogabili di altri 30 in caso di oggettive motivazioni a giustificazione della proroga.

Indicazioni I tempi per la predisposizione di un progetto preliminare personalizzato da parte dell'assistente sociale decorrono dal giorno di presentazione della domanda d'accesso. 

L'Assistente Sociale, sulla base di tale domanda, procede a:
  • effettuare la valutazione professionale del caso
  • predisporre il progetto che deve essere condiviso e sottoscritto dal beneficiario
  • effettuare le necessarie verifiche e approfondimenti del caso
  • proporre la prestazione economica ritenuta necessaria.
La proposta viene esaminata dalla Commissione di assistenza sociale che in base alle risorse disponibili decide in merito. L'Unione Valdera adotta il provvedimento finale che indica l'entità del contributo, la durata e la modalità di erogazione comunicandolo al richiedente
Normativa

Deliberazione del Consiglio dell'Unione Valdera n. 9 del 24 marzo 2014

Documenti allegati Domanda di accesso alle prestazioni e ai servizi sociali

Avvio procedimento Istanza d'ufficio
Partecipazione al procedimento Attivabile con la richiesta di accesso agli atti prevista dall'art. 22 della L. 241/90
Ricorso Tutele contro atti e/o provvedimenti amministrativi

Tutela Giurisdizionale:il cittadino può proporre ricorso al TAR di Firenze, entro 60 giorni dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque dalla sua conoscenza
Tutela Amministrativa: il cittadino può presentare Ricorso Straordinario al Capo dello Stato contro un atto divenuto definitivo, entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto.
Ricorso (provv. oltre i termini) Il resposabile del potere sostitutivo interviene nella metà del tempo originariamente previsto determinato in:

15 giorni + 15 in caso di proroga

Per chiedere l'intervento del responsabile del potere sostituvo clicca qui